Impariamo a sederci composti

Oggi qualche piccolo consiglio per insegnare uno dei comandi più utili per una gestione domestica di un animale domestico..

Il comando in questione è il noto “Sitz!” o “Seduto!”, meglio non chiamarlo “Siedi!” per assonanza con “Vieni!”.

Questo è uno dei primi comandi che solitamente viene insegnato perchè solitamente il cane lo digerisce bene rispetto alla posizione di sottomissione che può comportare un comando tipo “Terra” ciò completamente steso. Non dimentichiamo infatti che il cane è un ANIMALE e possiede un linguaggio del corpo suo che noi dobbiamo rispettare; un cane che viene forzato anche gentilmente a stendersi, almeno le prime volte e a volte per sempre, lo recepirà come un atto di costrizione, di sottomissione.

Ma torniamo al comando di oggi, il “seduto”, come lo possiamo insegnare al nostro compagno a quattro zampe? In mille modi differenti, io non invento niente di nuovo, applico uno o due metodi gentili triti e ritriti. In primo luogo, dato che il cane conosce la posizione del “seduto” e la fa spesso naturalmente, cominciamo ogni qual volta lo vediamo intento a sedersi a dire la parola “Seduto”  accompagnata da mille complimenti. Se mentre dite “seduto” il cane che era intento a sedersi si alza e vi viene incontro, allora fate finta di nulla, non arrabbiatevi e non consideratelo, magari spostatevi, se invece completa l’azione e si siede, voi cominciate a lodarlo e lui si rialza allora continuate a festeggiarlo. L’importante è che associ il nome al gesto che per ora non è un comando.

Quando riterrete giusto cominciare a imporgli il comando allora prendete un premio, boccone o gioco che sia, mettetevi in piedi davanti al cane, attirate la sua attenzione con il premio ad altezza del suo naso di modo che vi si avvicini il più possibile con il muso, avvicinate le mani con il premio al vostro corpo e cominciate ad alzarle tenendo le mani attaccate alla pancia, il cane seguirà il suo premio con il muso alzandolo, a questo punto se vi salta addosso voltategli le spalle e andate via, ignoratelo. La prossima volta se rimarrà con le quattro zampe per terra gli darete un assaggino di premietto e lo loderete e questo finchè non imparerà a non saltarvi addosso.

Riprendiamo con il nostro “seduto”… Allora, siete in piedi, mani appoggiate al vostro ventre, cane con possibilemnte il muso appoggiato sul vostro ventre che guarda in su verso le vostre mani e tutte e quattro le zampe per terra. Ora, la mano che porta il boccone e la mano che non lo porta agiranno contemporaneamente  ma in direzioni differenti. Il boccone con il naso del vostro cane annesso si muoveranno in avanti in modo che il cane seguendolo sia nella condizione di dover portare la testa all’indietro e quindi sbilanciarsi all’indietro, qui agisce la seconda mano che si va ad appoggiare prima sulla schiena del cane e poi via via scende come una carezza sul dorso come ad invitarlo mentre si sbilancia ad abbassare il posteriore, quando il cane comincia più o meno ad abbassare il sedere pronunciate il comando “Seduto!” con risolutezza e tranquillità. Ci  vorranno giorni, mesi o anni… chissà! Ma questo è il metodo che mi piace di più per il seduto frontale.. più avanti passeremo al seduto laterale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *