Articolo ammonitore per padroni diabetci

Un articolo non facile questo, se scritto male potrebbe risultare persino offensivo per gli amanti dei cani, o un motivo di abbandono per i non amanti..ma letta la notizia non potevo non riportarla.

La fonte originale la trovate qui, in Inglese. La notizia parla di un cane che ha mangiato le dita dei piedi del padrone diabetico neuropatico durante la notte. Ma non fermiamoci alla notizia, cerchiamo di leggere l’articolo..

Detta da un’ignorante e in parole povere, anzi misere, la neuropatia diabetica è una forma di alterazione delle funzioni delle nostre terminazioni nervose causata dal diabete e spesso comporta insensibilità termica e insensibilità al dolore per le mani e i piedi.  Questa insensibilità è estremamente pericolosa perchè non consente di accorgersi delle lesioni e aumenta il rischio di infezioni che, se non curate in tempo, possono portare all’amputazione.

Premesso questo ricordiamo che i cani hanno la tendenza a leccare le ferite, sia nostre che loro e molto spesso passano dal leccare al mordicchiare e potete immaginare il resto.. Chi ha una cane sa bene quanto possa essere pericoloso lasciarlo da solo con l’opportunità di leccarsi una ferita aperta, non a caso hanno inventato il collare Elisabettiano!

A questo punto siete tutti bene  in grado di figurarvi la notizia. La padrona di un Jack Russell di 2 anni, affetta da neuropatia diabetica ha una ferita sul piede che deve essere trattata chirurgicamente. Va a dormire senza proteggere in alcun modo i piedi e quando si risveglia vede il muso del suo cagnolino ricoperto di sangue.. La padrona è stata sottoposta ad una prima operazione per amputare ciò che non aveva già mangiato il cane e poi ad una seconda operazione per amputare il resto del piede a causa di un’infezione provocata dalla saliva dello stesso.

Le persone diabetiche devono prendere serie precauzioni per proteggere i loro piedi dalle ferite, ricordo mia nonna che non si tagliava neanche le unghie da sola per evitare di tagliarsi accidentalmente, però mia nonna aveva cani e gatti e non si sarebbe mai sognata di non averli per paura di infezioni. Lei semplicemente faceva molta molta attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *