Il significato di Spaniel nei cani

Non mi ero mai posta questa domanda fino a che non mi sono ritrovata a scrivere un articolo sul Cocker Spaniel Americano questa mattina: cosa vuol dire Spaniel?

Personalmente pensavo fosse solo un aggettivo che stesse ad indicare l’origine spagnola di alcune razze, invece vengo ora a sapere che dietro il termine Spaniel c’ è molto di più.

I cani di tipo Spaniel infatti sono tutti cani da caccia alla piccola selvaggina e ai volatili, sono cani capaci di lavorare nel raggio d’azione del tiro di un fucile, eccellenti nel recupero della preda e nel riporto grazie allo loro bocca morbida. Sono dotati di eccellente olfatto e viene molto apprezzata la loro versatilità nel cacciare sia su terreno che in acqua.

Dal punto di vista estetico i tratti distintivi sono un muro piuttosto ampio con orecchie molto lunghe e cadenti, il manto è decisamente abbondante e folto soprattutto nella zona delle orecchie, della coda e delle zampe. Gli Spaniel d’acqua presentano invece un pelo decisamente più ruvido.

L’origine di questi cani sembra essere spagnola ma come poi si siano sparsi in giro per il mondo è ancora al vaglio degli esperti. C’è chi punta su una via celtica che portò i cani in Inghilterra, c’è chi punta su una via romana che dopo aver importato gli Spaniel in Britannia si sia spinta verso oriente arrivando fino in Cina e dando origine ai cani di tipo Shih-Tzu e Pekinese. Un’altra teoria parla di origine Araba.

Qualsiasi sia la loro origine c’è da dire che si sono davvero insediati dappertutto differenziandosi in un gran numero di razze, per la precisione 25 razze esistenti e 5 razze estinte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *