Beagle: audacia, nobiltà e testardaggine

Chi possiede un cane di razza beagle lo sa bene. Non è semplice convivere con questo cane, ma quando si riesce ad impostare il rapporto in maniera del tutto “bilanciata” le cose cambiano.

Il beagle è un cane di nobili origini: principi e re lo utilizzavano per le battute di caccia, sfruttando il suo fiuto infallibile. E’ proprio questo stesso fiuto che crea problemi ai futuri padroni. Vi starete chiedendo il perchè.

Semplice: il beagle, noto anche per essere molto testardo, è incontrollabilmente attirato dalle tracce odorose. Appena ne fiuta una che ritiene interessante o nuova, la segue. E’ la sua natura. Non c’è padrone che tenga. Non è raro, infatti, vedere il padrone di un beagle trascinato via dal suo cane.

Il problema, in quel caso, sta nell’educazione del cane. Un beagle, ma qualsiasi altro cane, dovrebbe esser aiutato da un esperto cinofilo a instaurare un rapporto di reciproco rispetto con il proprio padrone. I corsi base di addestramento, spesso molto brevi e poco costosi, danno la possibilità di portare avanti una convivenza che sarà senza dubbio meravigliosa, dato il carattere del beagle.

Esso è infatti dolcissimo, giocherellone, va d’accordo con qualsiasi altro animale e con i bambini. Ha solo bisogno di essere “indirizzato”, soprattutto se si sceglie di farlo vivere in appartamento. E ricordate: concedetegli sempre le sue passeggiate quotidiane e una sana corsetta, se non volete ritrovarvi con un cane sovrappeso ma soprattutto infelice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *